ALLARME SICUREZZA NEI PARK&RIDE, CARADONNA CHIEDE SPIEGAZIONI CIRCA TELECAMERE E POLIZZE ASSICURATIVE

Furti d'auto, danneggiamenti, atti di vandalismo in pieno giorno. E' quello che spesso succede nei parcheggi di scambio cittadini, i cosiddetti Park&ride, quelli, per intenderci che utilizzano la formula del 'paghi un euro, lasci l'auto e prendi il bus navetta o il treno per recarti nel centro città'. Una formula vincente contro il traffico che però risulta perdente sul fronte della sicurezza. Tra i più colpiti c'è ancora quello di Largo 2 Giugno, forse perché non custodito, poco illuminato di sera, senza telecamere per la videosorveglianza. Proprio a seguito della segnalazione di diversi cittadini il consigliere comunale del Comune di Bari Michele Caradonna ha presentato una interrogazione urgente al sindaco Antonio Decaro per conoscere tramite relazione dettagliata, per ciascun area di parcheggio comunale la strumentazione esistente per la sorveglianza delle aree, la presenza e il relativo funzionamento della video sorveglianza, le modalità di accesso per auto e pedoni, la modalità di ingresso nell'area anche per chi non uscufruisce del parcheggio, la presenza di una polizza assicurativa e del suo relativo costo, il numero dei reati perpetrati a danno delle auto parcheggiate e degli utilizzatori del servizio verificatisi all'interno delle aree di parcheggio.

“Voglio conoscere la situazione parcheggio per parcheggio e quali sono gli interventi che l'Amministrazione comunale e quindi l'Amtab intendono attuare sul fronte sicurezza – spiega il consigliere comunale Michele Caradonna – sono tanti i reati avvenuti in quelle aree e che mi sono stati segnalati personalmente dai cittadini, per questo ho presentato una richiesta di informazioni direttamente al sindaco nella quale si possa anche precisare se è stata attivata una polizza, e quindi quali sono i numeri, gli importi delle pratiche di rimborso attivate e gli interventi effettuati sino ad oggi per la tutela della sicurezza degli utenti del servizio e delle auto di loro proprietà. E' giusto ridurre il traffico e quindi il volume delle auto in transito nel centro città ma questo non deve andare a discapito della incolumità dei cittadini virtuosi”. Nella risposta datata 20 luglio, si legge che in effetti proprio largo Due Giugno è sprovvisto di telecamere di video sorveglianza, che esiste una polizza, ma i dati sono in possesso dell'Amtab e che a breve proprio quel parcheggio sarà oggetto di ammodernamento e messa in sicurezza. Si attendeno sviluppi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.