ANAGRAFE CEGLIE SENZA BAGNI E SENZA VIA D’USCITA: UNA VERGOGNA. ENNESIMA INTERROGAZIONE IN AULA

Consiglio comunale del 6 luglio 2017 – Question Time

Alcune sedi comunali sono a volte inaccessibili a causa delle numerose barriere architettoniche e l’amministrazione tarda a rispondere alle necessità di dipendenti e cittadini. Il consigliere comunale Michele Caradonna, durante il consiglio comunale del 6 luglio 2017, torna sulla questione ‘barriere architettoniche’ nei luoghi pubblici e interroga l’assessore Tomasicchio: “Già il 20 giugno scorso – riferisce Caradonna in consiglio – avevo chiesto quali fossero i progetti per la ripartizione servizi demografici, quindi l’Anagrafe, con riferimento alle numerose barriere architettoniche presenti. Non avendo ottenuto risposte, ho deciso di iniziare a fare una serie di sopralluoghi. L’anagrafe di Ceglie ha 3 rampe di scale senza via d’uscita ed è senza bagni. Chiedo ufficialmente – ha riferito in aula – se questa sede rispetta le norme relativamente all’abbattimento delle barriere architettoniche e soprattutto se rispetta le norme in termini di sicurezza non essendoci alcuna via d’uscita”. Da sottolineare che i sindacati hanno risposto all’assessore che non parteciperanno ad alcun incontro, visto il vuoto creato.

Dall’assessore Tomasicchio nessuna risposta in aula. “Inoperativo e inadeguato”, conclude Caradonna. Nei prossimi giorni presenterò un’interrogazione urgente anche alla ASL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.