ALBO COMUNALE DEI VOLONTARI: UN ANNO E MEZZO DOPO È ANCORA BUIO

L’albo comunale dei volontari doveva essere il fiore all’occhiello della città di Bari perché faceva convergere disponibilità dei cittadini ad adoperarsi per la propria comunità, sia per il Comune che avrebbe potuto alleggerire piccoli servizi sociali insegnando la solidarietà, il mutuo soccorso e la sussidarietà. Votato a fine 2014 all’unanimità, pare caduto nel buio. Il consigliere comunale di Bari, Michele Caradonna, promotore dell’iniziativa, torna a chiedere lumi durante il consiglio comunale del 24 marzo 2016.

“A novembre 2014 – riferisce in aula Caradonna – questo consiglio votò un ordine del giorno all’unanimità. Era il famoso albo dei volontari, un albo che al di là dei suoi principi e la squisitezza dei suoi principi fondamentali legati alle politiche educative nei confronti anche dei minori, dei giovani, dei ragazzi che vi avrebbero potuto partecipare, sino ad arrivare prettamente alla bontà di un servizio sociale, l’istituzione dell’albo dei volontari sembrava qualcosa che si sarebbe fatto da lì a poco”.

“Inutile evidenziare – prosegue Caradonna – che ancora nulla è accaduto. Più volte la commissione in cui è presente il capogruppo del Pd Bronzini, il presidente Maiorano, i consiglieri Mangano e Romito, ha scritto direttamente al sindaco..”.

“Si può attivare – conclude il consigliere – finalmente il servizio? C’è qualche assessorato preposto? L’assessore Romano si rese disponibile affinché questo progetto fosse eseguito dalla sua ripartizione”.

Nessuna risposta in aula, viene annunciata una risposta scritta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.